L’uomo con i pugni di ferro su 20 Mediaset in prima serata domenica 23 giugno 2024

L'uomo con i pugni di ferro

L'uomo con i pugni di ferro

Guida Tv

L'uomo con i pugni di ferro"è un action-adventure che rappresenta l'esordio alla regia di RZA, presentato da Quentin Tarantino e prodotto da Eli Roth

In un remoto villaggio della Cina feudale, un fabbro trova il coraggio di difendere il suo popolo ricorrendo a metodi estremi. “L’uomo con i pugni di ferro” è un film che ha ottenuto un discreto successo al Box Office italiano, incassando 760 mila euro nelle prime due settimane e 299 mila euro solo nel weekend di apertura. Appuntamento su 20 Mediaset il 23 giugno 2024 in prima serata.

La sfida di RZA era combinare vari generi cinematografici in un'unica opera, ma il risultato è un accumulo di elementi divertenti ma poco originali

La sfida di RZA era combinare vari generi cinematografici in un’unica opera, ma il risultato è un accumulo di elementi divertenti ma poco originali

Un Omaggio ai Classici del Cinema Kung Fu e Blaxploitation

Il film, diretto da RZA, leader del Wu-Tang Clan, è un tributo al cinema di kung fu e alla blaxploitation, con il supporto di Quentin Tarantino. La storia si svolge a Jungle Village, un immaginario villaggio della Cina antica. Qui, un fabbro pacifico è costretto a fabbricare armi per i malvagi predoni locali, sperando di raccogliere abbastanza denaro per liberare la sua amata Lady Silk dal bordello The Pink Blossom.

L’arrivo di Knife, un mercenario inglese, segna l’inizio di una serie di conflitti tra vari clan, che coinvolgeranno anche il fabbro Thaddeus. RZA utilizza una tecnica di regia che ricorda il suo lavoro di produttore hip-hop, mescolando diverse influenze e passioni in una narrazione complessa che esplora temi come il riscatto e la consapevolezza individuale. La storia parte dalla schiavitù, passa attraverso elementi tipici della blaxploitation, con un cameo di Pam Grier, e si conclude con omaggi ai film di kung fu dell’era Shaw Brothers.

Il film è ricco di riferimenti ai classici del genere, come i “Uomini di ottone“, le armature dotate di coltelli e le presentazioni dei personaggi su sfondo nero. Questi elementi creano un mix adatto ai fan più appassionati, anche se il risultato è un pastiche anacronistico che non sempre risulta credibile. Nonostante ciò, RZA dimostra un profondo rispetto per i topoi del gong fu pian di Hong Kong, tipico del suo percorso come MC e produttore.

L’eccesso di citazioni e il desiderio di stupire a ogni costo penalizzano la coesione della sceneggiatura, che risulta frammentata e meno efficace rispetto agli standard del cinema d’azione contemporaneo. RZA introduce troppi personaggi nei primi 20 minuti, rallentando il ritmo iniziale, uno degli elementi di forza dei film Shaw Brothers ai quali si ispira.

Nonostante i difetti evidenti, il percorso di RZA, iniziato con il Wu-Tang Clan e proseguito con le colonne sonore di “Ghost Dog” e “Kill Bill”, culmina in questo progetto cinematografico. La passione di RZA per il suo lavoro è evidente, anche se le imperfezioni del film non possono essere ignorate.

L’Uomo con i Pugni di Ferro: Un’Avventura di Arti Marziali

Ambientato in un villaggio feudale della Cina del XIX secolo, il fabbro Thaddeus è costretto a creare armi letali per le fazioni locali in guerra. Quando la violenza esplode, Thaddeus scopre un’antica energia che lo trasforma in un’arma vivente grazie a un potente braccio d’oro. Combattendo al fianco di eroi leggendari contro spietati nemici, decide di usare questo potere per diventare il salvatore del suo popolo adottivo. Con l’aiuto di attori come Russell Crowe e Lucy Liu, RZA racconta un’epica storia di guerrieri e assassini in cerca di una fortuna in oro. Il film, pur ambizioso e ricco di spettacolari sequenze di arti marziali, riflette sia la passione che i limiti del suo creatore.

L’uomo con i pugni di ferro” non ruota solo attorno al protagonista, il fabbro. Nel fantomatico Jungle Village, si intrecciano i destini di abitanti e visitatori con vari clan dai nomi di animali e un gruppo di donne affascinanti ma letali. Russell Crowe interpreta Jack Knife, un personaggio dipendente dall’oppio, comune tra i soldati inglesi nel XIX secolo in Cina. Lucy Liu, nota per “Kill Bill”, è Lady Blossom, la regina di fatto del villaggio, la cui scena di morte nella sceneggiatura originale è stata trasformata in un’epica lotta su sua richiesta.

Zen Yi, interpretato da Rick Yune, è l’alleato improbabile del fabbro, arrivato a Jungle Village per vendicare il padre assassinato. Jamie Chung è Lady Silk, l’amata del fabbro, che lavora nel bordello e ambisce più a potere e ricchezza che all’amore. Cung Le interpreta Bronze Lion, mentre David Bautista è Brass Body, la nemesi finale del fabbro. Byron Mann è Silver Lion, il traditore che ha ucciso Golden Lion, padre di Zen Yi. RZA ha coinvolto anche Daniel Wu e Gordon Liu, omaggiando i film di kung fu che amava da bambino.

Le scenografie, realizzate da Drew Boughton, mescolano stili barocchi francesi con architettura cinese, centrando tutto attorno al bordello Pink Blossom. I costumi di Thomas Chong si ispirano ai vecchi film cinesi degli anni ’60 e ’70. Corey Yuen si è occupato delle coreografie dei combattimenti, mentre la colonna sonora, curata da RZA, include brani di The Black Keys, Kanye West, Wiz Khalifa e altri.

Nella programmazione tv di canale 20 Mediaset, una maratona di New Amsterdam che propone oltre dieci episodi della serie tv. A partire dalle ore 18:39
in onda il film Romeo deve morire e dalle ore 20:59 L’uomo con i pugni di ferro.

Dettagli

  • Emittente: 20 Mediaset
  • Regia: RZA
  • Cast: Russell Crowe, Cung Le, Lucy Liu, Byron Mann, Rick Yune, Dave Bautista
  • Aggiornato il: 22 Giugno 05:51