Men in Black: International è la prima serata di Sky Cinema 1 del 19 giugno 2024

Men in Black: International

Men in Black: International

Guida Tv

Nonostante la novità rappresentata dal casting e dalle dinamiche tra i personaggi, Men In Black International non riesce a risultare del tutto convincente. La scelta degli attori rimane uno degli aspetti più riusciti del film, offrendo un potenziale interessante per il futuro del franchise.

Men in Black: International, diretto da F. Gary Gray, rappresenta uno spin-off della celebre serie iniziata nel 1997, che ha visto protagonisti Will Smith e Tommy Lee Jones nei ruoli degli agenti J e K. In questo nuovo capitolo, l’agente M, interpretata da Tessa Thompson, si unisce agli eleganti agenti in nero. Il primo incontro di Molly, il vero nome dell’agente M, con i Men in Black avviene molto prima, nel 1996, quando, da bambina, vede un alieno nella sua stanza e assiste alla cancellazione dei ricordi dei suoi genitori da parte di due uomini misteriosi. Appuntamento su Sky Cinema 1 il 19 giugno 2024 alle ore 21:15.

Determinata a scoprire la verità, Molly cresce con l’obiettivo di rintracciare il quartier generale dei Men in Black. Grazie alla sua perseveranza, riesce a farsi notare dall’agente O (Emma Thompson) e viene reclutata nella cellula londinese dell’organizzazione. A Londra, incontra l’agente High T (Liam Neeson), che la affianca all’agente H (Chris Hemsworth), un personaggio affascinante ma ribelle. Nonostante il carattere di H, lui diventa il suo mentore, insegnandole le basi per affrontare le creature aliene.

L'agente M e l'agente H, insieme al piccolo alieno Pawny, affrontano numerose avventure e pericoli, cercando di sventare un complotto alieno e di smascherare la talpa all'interno dell'organizzazione. Nonostante le difficoltà, il film rappresenta un tentativo di rinnovare la saga, introducendo nuovi personaggi e situazioni, pur mantenendo l'essenza del franchise

L’agente M e l’agente H, insieme al piccolo alieno Pawny, affrontano numerose avventure e pericoli, cercando di sventare un complotto alieno e di smascherare la talpa all’interno dell’organizzazione. Nonostante le difficoltà, il film rappresenta un tentativo di rinnovare la saga, introducendo nuovi personaggi e situazioni, pur mantenendo l’essenza del franchise

Una Missione Delicata

High T affida alla coppia una missione cruciale: combattere una specie aliena capace di assumere le sembianze degli agenti e smascherare la talpa all’interno dell’organizzazione. La trama si dipana tra scene d’azione e momenti di tensione, dove i due nuovi agenti devono dimostrare il loro valore.

La serie Men in Black, iniziata nel 1997, è basata sui fumetti Malibu/Marvel Comics del 1990, creati da Lowell Cunningham e illustrati da Sandy Carruthers. I primi tre film, diretti da Barry Sonnenfeld, vedevano Will Smith e Tommy Lee Jones nei ruoli principali. Originariamente, i protagonisti di questo nuovo capitolo avrebbero dovuto essere Channing Tatum e Jonah Hill, in un crossover con la serie Jump Street. Il progetto è stato abbandonato, portando alla realizzazione di Men in Black: International con Chris Hemsworth e Tessa Thompson, noti per i loro ruoli in Thor: Ragnarok.

La storia si svolge in un mondo dove umani e alieni convivono da anni. L’agenzia governativa Men In Black ha il compito di monitorare e gestire gli alieni sulla Terra. Molly (Tessa Thompson), dopo un incontro ravvicinato con gli extraterrestri da bambina, riesce a evitare il neutralizzatore dei Men In Black e, vent’anni dopo, si unisce all’agenzia come agente M. Inviata a Londra, lavora con l’agente H (Chris Hemsworth), già noto per aver salvato il mondo in passato. I due devono proteggere Vungus, un alieno reale, minacciato da mutaforma capaci di assumere qualsiasi sembianza.

L’introduzione di un personaggio femminile cambia le dinamiche del franchise. Se nei primi tre film la coppia principale era composta da due uomini, ora la “strana coppia” è formata da un uomo e una donna, giovani e attraenti. Questo porta a una nuova dinamica di attrazione mista a diffidenza e competizione, tipica dei film della Guerra dei Sessi degli anni Quaranta. La tensione latente tra i due personaggi viene suggerita nel finale, lasciando aperte le possibilità per eventuali sequel.

Problemi di Produzione

La lavorazione del film è stata complicata da divergenze creative tra il regista F. Gary Gray e il produttore Walter F. Parkes. Queste tensioni hanno portato a continue riscritture del copione e alla creazione di due versioni del film, di cui quella del produttore è stata infine distribuita. Nonostante le difficoltà, la Sony non intende abbandonare il franchise, considerando una possibile versione televisiva.

Men in Black: International si distingue per la nuova dinamica tra Chris Hemsworth e Tessa Thompson, che riescono a portare freschezza ai loro ruoli. Il film soffre di una sceneggiatura che fatica a bilanciare l’azione con la commedia, rendendo l’esecuzione complessivamente debole nonostante l’entusiasmo degli attori. La storia di Molly, che cerca vendetta per la cancellazione dei ricordi dei suoi genitori, aggiunge una motivazione personale alla sua missione, ma non basta a compensare le lacune narrative.

Questo quarto capitolo, pur essendo uno spin-off, introduce nuovi personaggi e nuove sedi dell’organizzazione. La storia inizia ventitré anni prima, quando una giovane Molly Wright assiste alla neuralizzazione dei suoi genitori e aiuta un alieno a fuggire. Cresciuta con il desiderio di unirsi ai Men in Black, Molly riesce a infiltrarsi nel quartier generale di New York e a convincere l’agente O ad assumerla come agente M nella filiale di Londra.

“Men In Black International” si propone come una combinazione di fantascienza, spy-story, azione e commedia, portando in scena Chris Hemsworth e Tessa Thompson. Il film risulta poco avvincente nonostante il potenziale offerto dal cast. La pellicola introduce una novità significativa per il franchise: un personaggio femminile afroamericano, interpretato da Tessa Thompson. L’attrice, già nota per i suoi ruoli in “Creed” e “Avengers”, sostituisce Will Smith, protagonista dei film originali. In questo nuovo capitolo, Thompson interpreta l’agente M, offrendo una nuova prospettiva alla serie.

Al suo fianco troviamo Chris Hemsworth, noto per il ruolo di Thor nell’universo Marvel. La presenza di Thompson e Hemsworth permette al franchise di esplorare nuove possibilità narrative, seguendo la tendenza di Hollywood di presentare eroi femminili forti e determinati, come Captain Marvel e Wonder Woman.

Nella programmazione tv di Sky Cinema 1 del 19 giugno 2024, alle 11:20 va in onda “The Vanishing – Il mistero del faro”. Alle 13:10 sarà trasmesso “The Legend of Tarzan” e alle 15:20 non perderti “Diabolik – Chi sei?”.

Dettagli

  • Emittente: Sky Cinema 1
  • Regia: F. Gary Gray
  • Cast: Chris Hemsworth, Tessa Thompson, Rebecca Ferguson, Kumail Nanjiani, Liam Neeson, Rafe Spall, Emma Thompson, Laurent Bourgeois, Larry Bourgeois, Kayvan Novak, Spencer Wilding, Sartaj Garewal, Stephen Wight
  • Aggiornato il: 18 Giugno 06:49