Shrek Stasera 11 maggio 2024 su Italia 1, il film d’animazione DreamWorks che ha cambiato la storia

Shrek

Shrek

Guida Tv

Dove vedere Shrek, il primo della saga, stasera in tv: orario di trasmissione, trama, cast e qualche curiosità.

Un sabato sera all’insegna del divertimento, quello che Italia 1 riserverà a grandi e piccini. Torna infatti il primo capolavoro della DreamWorks della saga dell’orco buono che ha rimescolato tutte le favole della letteratura d’infanzia in una trama divertente e mai scontata.

Shrek è un film d’animazione del 2001, diretto da Andrew Adamson e Vicky Jenson, adattamento dell’omonimo libro del 1990 scritto da William Steig. Questo lungometraggio segna l’inizio della serie cinematografica omonima ed è il quinto prodotto da DreamWorks Animation.

Trama del Film d’Animazione Shrek

Nel cuore di una palude remota, vive in solitudine un orco chiamato Shrek, avvolto dal suo aspetto brutto e verdastro e un profondo disprezzo per gli esseri umani. Un giorno, la sua quiete viene turbata dall’ordine di Lord Farquaad, signore di Du Lac, il quale decide di mandare in esilio tutti i personaggi delle fiabe nella palude che Shrek chiamava casa. Sentendosi minacciato e confuso, l’orco decide di recarsi in città per contestare questa decisione accompagnato da Ciuchino, un asino fastidiosamente chiacchierone e sempre allegro.

Primo film d’animazione della saga Shrek

Una volta arrivato in città, Shrek si ritrova per caso a partecipare e vincere ad un torneo organizzato da Lord Farquaad, organizzato per scegliere chi dovesse liberare la Principessa Fiona, destinata poi a sposare Farquaad ed a renderlo Re.

Shrek e Ciuchino riescono nell’impresa e liberano la Principessa Fiona dalla sua prigionia nel castello del drago, ma lungo il cammino verso casa, l’orco buono inizia a sviluppare sentimenti per lei. Prima di riuscire a confessare i suoi sentimenti, Shrek ascolta per errore alcune parole di Fiona su argomenti  come la bellezza e i mostri, interpretando erroneamente le sue parole come un riferimento a sé stesso. Questo fraintendimento lo spinge a rinunciare, consegnando la Principessa al suo destino con il Re, ma grazie all’intervento tempestivo di Ciuchino, che informa l’orco dell’equivoco e del segreto di Fiona, Shrek decide di fermare le nozze e dichiararsi a Fiona.

Qualche curiosità che sicuramente non conoscevi

Shrek è stato un vero pioniere nel panorama cinematografico, facendo la storia come il primo lungometraggio animato a conquistare l’Oscar come Miglior Film d’Animazione nel 2002. Questo trionfo è particolarmente significativo dato che il film ha inaugurato la categoria, aggiungendo un altro livello di prestigio al suo riconoscimento.

Il personaggio di Shrek è stato doppiato da Mike Myers, il quale ha inizialmente utilizzato il suo distintivo accento canadese per dare voce al burbero orco. Tuttavia, Myers non era convinto del risultato finale e ha chiesto di poter ridoppiare il personaggio con un accento scozzese, simile a quello di sua madre. Questo cambio di doppiaggio ha comportato un costo aggiuntivo per la produzione di circa quattro milioni di dollari, poiché gli animatori hanno dovuto rielaborare diverse scene per adattarle al nuovo audio del protagonista.

La produzione di Shrek è stata caratterizzata da numerosi cambiamenti nel corso degli anni ’90, trasformandosi in un progetto impegnativo e talvolta scomodo per gli animatori coinvolti. Lavorare sul film d’animazione è diventato persino una sorta di punizione per coloro che commettevano errori durante la lavorazione di altri film come “Il Principe d’Egitto” del 1998. Il termine “Shrekkato” è stato coniato per indicare coloro che si trovavano ad affrontare il difficile compito di portare alla vita l’orco verde, senza sapere che il film avrebbe poi ottenuto un successo senza precedenti, anche grazie al contributo del team di “Z la formica“.

Dettagli

  • Emittente: Italia 1
  • Aggiornato il: 11 Maggio 15:28