Tutto per mio figlio è la fiction Rai in prima serata stasera dalle 21:30

Tutto per mio figlio è un dramma di coraggio e lotta, un film diretto da Umberto Marino e interpretato da Giuseppe Zeno, sarà trasmesso oggi, giovedì 16 maggio 2024, su Rai 1 alle 21:20. Questo dramma televisivo, prodotto nel 2022, è liberamente ispirato a una storia vera e affronta temi di criminalità organizzata e ribellione al pizzo.

Un Film Diretto da Umberto Marino

Umberto Marino, noto regista, sceneggiatore e drammaturgo, ha scritto e diretto “Tutto per mio figlio”. Marino ha una lunga carriera che spazia tra teatro, radio, cinema e televisione. Tra i suoi lavori più importanti come regista si annoverano “Cominciò tutto per caso” (1993) e “Cuore cattivo” (1995). La colonna sonora del film è stata composta da Paolo Vivaldi, arricchita da melodie locali che evocano l’ambientazione del racconto. La produzione è stata curata da Rai Fiction in collaborazione con la Compagnia Leone Cinematografica.

Il protagonista principale è Giuseppe Zeno, che interpreta Raffaele Acampora. Zeno è un volto noto del piccolo schermo, avendo partecipato a fiction di successo come “Imma Tataranni – Sostituto Procuratore“, “Blanca” e “Mina Settembre“. Al suo fianco, troviamo un cast di talento composto da Antonia Truppo (Anna), Tosca D’Aquino (Carla), Massimiliano Rossi (Domenico Fierro) e Roberto De Francesco (Agostino Innaurato).

Tutto per mio figlio stasera su Rai 1, dalle ore 21:30

Ecco dove vedere Tutto per mio figlio stasera: su Rai 1, dalle ore 21:30

La Trama del Film Tutto per mio figlio

Ambientato a metà degli anni ’90, “Tutto per mio figlio” racconta la storia di Raffaele Acampora, un allevatore e ambulante campano, sposato con Anna e padre di quattro figli. Dopo anni di estorsioni da parte della camorra, Raffaele decide di ribellarsi e fonda un sindacato per proteggere sé stesso e i suoi colleghi. Nonostante il sostegno iniziale, la sua lotta attira minacce sempre più gravi che mettono in pericolo la sua vita e quella della sua famiglia. Con l’aiuto del maggiore Basile e del PM D’Arrigo, Raffaele collabora con le autorità per fermare il clan criminale.

La ribellione di Raffaele culmina con l’arresto del veterinario Cozzolino, colto in flagrante a ricevere denaro per conto del clan. Tuttavia, il sindacato affronta ripercussioni severe, tra cui minacce e intimidazioni. Nonostante il sostegno del consiglio comunale e di un giornalista freelance che scrive un articolo a suo favore, la situazione per Raffaele si fa sempre più critica. La moglie Anna e l’amico Domenico cercano di dissuaderlo, ma lui continua a lottare con determinazione.

Curiosità sul Film

Il film è stato interamente girato in Campania, principalmente nella provincia di Caserta, con alcune scene ambientate presso la Reggia. Giuseppe Zeno, essendo napoletano, ha trovato facile immedesimarsi nel ruolo di Raffaele, dato che conosce bene la realtà della sua terra natia. Anche se “Tutto per mio figlio” non racconta una storia vera nel senso stretto, rappresenta una somma di molte storie simili che hanno avuto eco nella cronaca.

“Tutto per mio figlio” è un film che celebra il coraggio di chi si oppone alla criminalità organizzata, mostrando che ogni individuo, con determinazione e coraggio, può contribuire a migliorare la società. La messa in onda di questo film in prima serata su Rai 1 rappresenta un’occasione per riflettere su temi importanti e attuali.

Dettagli

  • Aggiornato il: 16 Maggio 17:04