Fernanda Wittgens su Rai 3, non perderti la prima serata del 29 giugno dedicata a una donna speciale

Fernanda Wittgens

Fernanda Wittgens

Guida Tv

Un Omaggio a Fernanda Wittgens su Rai 3 in prima serata, quello dedicato alle donne speciali: trama e cast del film.

Per il ciclo dedicato alle grandi figure femminili, Rai 3 presenta il film “Fernanda“, con Matilde Gioli nei panni di Fernanda Wittgens. Questa pellicola rappresenta un tributo a una donna straordinaria che ha segnato la storia dell’arte e della resistenza civile in Italia. Appuntamento su Rai 3 stasera in prima serata, dalle ore 21:20.

Film tratto da un romanzo, che racconta la biografia di una grande donna italiana del '900

Film tratto da un romanzo, che racconta la biografia di una grande donna italiana del ‘900

Trama del film Fernanda Wittgens

Il film, girato tra Roma, Civitavecchia e Milano, narra la vita di Fernanda Wittgens, la prima donna a dirigere la Pinacoteca di Brera. Fernanda, fin da bambina, passava le domeniche visitando i musei di Milano con il padre Adolfo, sviluppando un amore profondo per l’arte. Nel 1928, grazie all’incontro con Ettore Modigliani, storico direttore della Pinacoteca, Fernanda inizia la sua carriera come “operaia avventizia”. Quando Modigliani viene sollevato dall’incarico a causa delle sue posizioni antifasciste, Fernanda prende il suo posto, diventando la prima donna a ricoprire un ruolo così importante.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, Fernanda si impegna a salvare le opere d’arte dai bombardamenti e, clandestinamente, aiuta centinaia di ebrei a fuggire in Svizzera. Tuttavia, viene tradita da un giovane collaborazionista e arrestata insieme alle sue collaboratrici. Condannata a quattro anni di carcere, la sua pena viene ridotta, ma la guerra è ormai agli sgoccioli.

Le immagini di scena del film, interpretato da Matilde Gioli, offrono un’anticipazione visiva del racconto di Fernanda Wittgens e delle sue imprese.

Chi Era Fernanda Wittgens

Nata a Milano il 3 aprile 1903, Fernanda Wittgens mostrò fin da bambina un forte interesse per l’arte, coltivato grazie alle visite domenicali ai musei con il padre. Dopo essersi laureata in Storia dell’Arte, insegnò al liceo Parini e al Liceo Manzoni prima di essere assunta alla Pinacoteca di Brera nel 1928, su raccomandazione dell’amico Mario Salmi. La sua carriera fu rapida: nel 1931 divenne assistente del direttore Ettore Modigliani e, nel 1940, la prima direttrice donna della Pinacoteca.

Durante la guerra, Fernanda si dedicò a proteggere i capolavori artistici dai bombardamenti e a salvare vite umane, organizzando l’espatrio di ebrei perseguitati. Tradita e incarcerata nel 1944, sopportò la prigionia con coraggio e determinazione. Liberata il 24 aprile 1945, Fernanda tornò al suo lavoro, ma morì prematuramente nel 1957 a soli 54 anni. Nel 2014, fu riconosciuta come Giusta tra le Nazioni per il suo eroismo.

La storia di Fernanda Wittgens, ripercorsa anche nel romanzo “L’allodola” di Giovanna Ginex e Rosangela Percoco, continua a ispirare per il suo impegno civico e la sua passione per l’arte, dimostrando come una singola persona possa fare la differenza in tempi di crisi.

Dettagli

  • Emittente: Rai 3
  • Aggiornato il: 29 Giugno 06:46