Ambulance, avventura e azione su Italia 1, in onda il 23 maggio 2024 in prima serata

Ambulance

Ambulance

Guida Tv

Con Ambulance, il regista Michael Bay offre al pubblico un'esperienza cinematografica coinvolgente e appassionante, capace di far emozionare e divertire allo stesso tempo.

Il regista Michael Bay porta sul grande schermo “Ambulance“, un thriller adrenalinico e mozzafiato che si tinge meravigliosamente di toni melodrammatici. Il film segue Will Sharp, un veterano di guerra in cerca disperata di soldi per curare sua moglie malata di cancro. Per ottenere il denaro necessario, Will accetta di compiere una rapina in banca insieme al fratello Danny. Tuttavia, la loro fuga prende una piega drammatica quando si ritrovano a bordo di un’ambulanza, con un poliziotto ferito e un’esperta paramedico come ostaggi.

Il film “Ambulance”, diretto da Michael Bay, segue la storia dei fratelli Will e Danny, interpretati rispettivamente da Yahya Abdul-Mateen II e Jake Gyllenhaal. Will è un veterano di guerra che cerca disperatamente di raccogliere fondi per pagare un importante intervento chirurgico per sua moglie malata di cancro, mentre Danny è un criminale esperto. Quando Will chiede aiuto economico a Danny, quest’ultimo gli propone di compiere una rapina in banca a Los Angeles, che potrebbe risolvere i loro problemi finanziari con un bottino di 32 milioni di dollari.

La pellicola è un remake del film danese "Ambulancen" del 2005, che presenta una differenza significativa: il personaggio bisognoso di cure è la madre dei due rapinatori, non la moglie di uno di essi

La pellicola è un remake del film danese “Ambulancen” del 2005, che presenta una differenza significativa: il personaggio bisognoso di cure è la madre dei due rapinatori, non la moglie di uno di essi

Trama di Ambulance

“Ambulance” è un’opera che riflette sul cinema stesso, inserendo ironicamente riferimenti ad altri film e aggiungendo un tocco di originalità al panorama dell’intrattenimento contemporaneo. Il regista Michael Bay, noto per il suo stile muscolare e sragionevole, si avventura in un territorio più complesso, mantenendo comunque l’adrenalina e il ritmo serrato che lo contraddistinguono.

Il film si distacca dall’originale danese del 2005, ampliando la trama e approfondendo i personaggi principali, in particolare il rapporto conflittuale tra i due fratelli protagonisti. La storia esplora temi come il trauma da guerra e la disillusione verso la società, offrendo uno sguardo critico sul sistema sanitario e sul degrado urbano di Los Angeles.

Nonostante la sua durata considerevole, il film mantiene una tensione costante grazie all’ambientazione unica all’interno dell’ambulanza e alla stretta unità di tempo delle 24 ore della narrazione. La presenza del personaggio della paramedico, interpretato da Eiza González, arricchisce ulteriormente la trama, fornendo un punto di vista unico sulla vicenda.

Michael Bay dimostra ancora una volta la sua abilità nel dirigere sequenze d’azione adrenaliniche, mantenendo lo spettatore incollato allo schermo con inseguimenti frenetici e esplosioni spettacolari. Tuttavia, il film non si limita all’azione pura, inserendo anche tocchi di melodramma che aggiungono profondità emotiva alla storia.

Durante la rapina, le cose prendono una brutta piega quando un poliziotto arriva nella banca per motivi personali, causando il fallimento del piano. Nello scontro a fuoco, il poliziotto rimane gravemente ferito e i fratelli sono costretti a fuggire con l’ambulanza dell’ospedale. Tuttavia, scoprono presto che all’interno dell’ambulanza ci sono un’infermiera, Cam Thompson (interpretata da Eiza González), e il poliziotto ferito, creando una situazione ancora più complicata.

Recensione del film Ambulance

Il film rappresenta il ritorno di Michael Bay all’action adrenalinico, con una narrazione che omaggia la Hollywood degli anni Ottanta e Novanta. Le riprese sono state effettuate a Los Angeles, dopo essere state posticipate a causa della pandemia da Covid-19, e il cast include attori come Jackson White, oltre ai protagonisti Gyllenhaal, Abdul-Mateen II e González.

“Ambulance” offre un’esperienza cinematografica di puro divertimento, ricca di sequenze d’azione mozzafiato e momenti adrenalinici. Michael Bay riporta in vita un immaginario fatto di autostrade infinite e periferie eteree, offrendo al pubblico un viaggio emozionante nel mondo dell’intrattenimento cinematografico.

Il cinema di Michael Bay è noto per la sua natura polarizzante: o lo si ama o lo si odia. Con “Ambulance” non fa eccezione, proponendo un’esperienza cinematografica che si presenta come un’onda travolgente di azione e adrenalina. Il regista ci prende per mano fin dall’inizio, portandoci in un viaggio selvaggio attraverso Los Angeles, dove l’unica regola è l’azione senza freni. Nel frastuono delle sirene e nell’epicità delle sequenze d’azione, si perde il dettaglio psicologico dei personaggi, ma ciò non impedisce loro di definirsi attraverso scelte istintive e momenti di tensione estrema.

Al centro c’è un’idea semplice ma efficace: due fratelli compiono una rapina in banca e fuggono con un’ambulanza, trovandosi presto coinvolti in una corsa contro il tempo tra le strade caotiche di Los Angeles. Mentre la premessa promette emozioni forti e una connessione immediata con il pubblico, il film si concentra principalmente sull’azione, lasciando in secondo piano lo sviluppo dei personaggi e delle loro motivazioni.

I protagonisti sono caratterizzati da una dinamica fraterna complessa: Will è un padre disperato che cerca di salvare la moglie malata, mentre Danny è un criminale che agisce per puro gusto del rischio. La loro fuga disperata in ambulanza è resa con un ritmo incalzante, con pochissimo spazio per pause o riflessioni. Il film procede senza freni, guidato da sequenze d’azione adrenaliniche e interpretazioni intense.

Nonostante qualche spunto verosimile nella trama, Bay decide di esasperare continuamente gli elementi narrativi, portando il film a un crescendo di sparatorie e inseguimenti mozzafiato. La sospensione dell’incredulità diventa un requisito fondamentale per godere appieno dell’esperienza, poiché il regista ci invita a lasciarci trasportare dall’assurdità delle situazioni e a immergerci completamente nell’azione.

Dettagli

  • Emittente: Italia 1
  • Regia: Michael Bay
  • Cast: Jake Gyllenhaal, Yahya Abdul-Mateen II, Eiza González, Garret Dillahunt
  • Aggiornato il: 22 Maggio 19:18