Ti stimo fratello in seconda serata su Italia 1 il 23 giugno 2024

Ti stimo fratello

Ti stimo fratello

Guida Tv

Ti stimo fratello racconta con ironia e leggerezza le difficoltà e le sorprese che la vita può riservare, soprattutto quando si ha a che fare con persone tanto diverse ma unite da un affetto indissolubile.

Ti stimo fratello” è una commedia diretta da Giovanni Vernia e Paolo Uzzi che narra le vicende di Jonny e Giovanni, due fratelli gemelli interpretati entrambi da Giovanni Vernia. Nonostante la loro somiglianza fisica, i due sono caratterialmente agli antipodi. Jonny è un giovane spensierato, amante delle discoteche, mentre Giovanni è un serio ingegnere elettronico laureato con lode. Appuntamento in seconda serata su Italia 1 il 23 giugno 2024 alle ore 23:40.

Il contrasto tra i fratelli è trattato in maniera consueta e lo spunto sentimentale rappresentato da Alice, che si innamora di Giovanni credendolo Jonny, non è sviluppato credibilmente

Il contrasto tra i fratelli è trattato in maniera consueta e lo spunto sentimentale rappresentato da Alice, che si innamora di Giovanni credendolo Jonny, non è sviluppato credibilmente

Questa diversità spinge Giovanni a lasciare la natia Genova per trasferirsi a Milano, allontanandosi anche dal loro padre Michele, un maresciallo della Guardia di Finanza molto invadente. Tuttavia, a Milano, Giovanni fatica a trovare un lavoro stabile. La sua fortuna sembra cambiare quando si fidanza con Federica, figlia di Roberto Ricci, un famoso pubblicitario che gli offre un impiego come creativo nella sua agenzia. Sebbene non sia il lavoro per cui ha studiato, Giovanni sembra aver trovato un equilibrio.

La situazione si complica quando Jonny decide di far visita a sorpresa al fratello a Milano. Raccomandato dal padre, Jonny è in città per sostenere l’esame orale per entrare nella Guardia di Finanza. Invece di prepararsi per l’esame, Jonny si lascia travolgere dalla vita notturna milanese e diventa l’anima della festa al Gilez, un locale molto in voga.

L’arrivo di Jonny segna l’inizio di una serie di disastri che sconvolgeranno la vita di Giovanni. Crescere con un fratello così diverso non è stato facile per Giovanni, e questo episodio rappresenta l’apice delle loro differenze. Mentre Giovanni era impegnato nei compiti scolastici, Jonny imitava John Travolta davanti alla TV. Questa passione per la musica house non lo ha mai abbandonato, diventando una costante nella sua vita.

A Milano, Jonny si inserisce rapidamente nella scena notturna e stringe amicizia con tre Drag Queen, oltre a innamorarsi di Alice, una giovane cameriera per la quale anche Giovanni ha un debole. La presenza di Jonny sembra destinata a rovinare la vita ordinata di Giovanni, portando con sé una serie di avvenimenti imprevedibili e divertenti.

La commedia si sviluppa tra situazioni comiche e imprevisti, mettendo in evidenza il contrasto tra i due fratelli e mostrando come, nonostante le differenze, il legame familiare rimanga forte.

Una recensione leggera del film

Il film “Ti stimo fratello”, diretto da Giovanni Vernia e Paolo Uzzi, esplora il tema della fratellanza, in particolare il legame tra gemelli con caratteri opposti ma legati da un forte affetto. La pellicola rappresenta anche un’occasione per vedere sul grande schermo il personaggio di Jonny Groove, nato dalla comicità televisiva di Zelig. Jonny Groove è un personaggio stravagante, figlio della movida notturna, che trova il suo spazio solo con chi condivide la sua passione per la vita notturna e sfugge alla routine quotidiana.

Giovanni Vernia, ingegnere elettronico diventato attore, riesce a rappresentare con efficacia Jonny Groove, ma il film fatica a tradurre al cinema la potenzialità del personaggio. Dal punto di vista sociologico, il film offre una rappresentazione stereotipata della discoteca e si presenta come un esperimento di costruzione di una storia attorno a un personaggio di successo, con poche sorprese e risate limitate. Vernia e Uzzi hanno tentato di dare profondità a Jonny, ma la sceneggiatura risolve i conflitti in modo troppo semplice, lasciando evidenti vuoti narrativi.

Nonostante la presenza di idee interessanti e caratteristi capaci, il film manca di organicità, risultando divertente solo in alcuni momenti clou. Giovanni Vernia, con la sua riconoscibilità, è il punto di forza del film, che però svanisce rapidamente dopo poche scene. Anche Diego Abatantuono ha una piccola parte come proprietario del locale notturno dove Jonny si esibisce. In prima serata, sempre il 23 giugno, non perdere Il ricco, il povero e il maggiordomo.

Dettagli

  • Emittente: Italia 1
  • Aggiornato il: 22 Giugno 18:49